Licenza Creative Commons

Redazione, 31 ottobre 2010, ore 04:00

20-cucu-rosa
Due poster di MB stampati durante il workshop.
sx Proposta per il prossimo manifesto per il 2 luglio: redesign del classico cucù di Matera trasformato nel carro della Bruna nel momento dell'assalto. Geppetto, Matera, 2010
dx Confalonieri, Negri, Provinciali, Tovaglia - CNPT (1963-1965). La botte e il violino - Mobili Mim, 1964-1966.
Rivista diretta da Leonardo Sinisgalli. Copertina di Georges Hugnet. Re-photo di Luigi Roberti.

Le applicazioni offset dalla progettazione alla realizzazione dello stampato. Questo il tema di Knowing&Printing, workshop organizzato venerdì 29 ottobre 2010 da Antezza Tipografi presso la propria sede di Matera, giunto alla seconda edizione. Per una giornata l'azienda è diventata luogo di sperimentazione per l'espressione di eccellenze nel mondo della stampa, luogo per poter far cultura sulle arti grafiche e punto di riferimento per i professionisti della comunicazione e per i numerosi studenti di design e giovani grafici provenienti da varie parti d'Italia.

Il colore è stato il protagonista dell'edizione 2010. I rappresentanti italiani di Huber Group, leader mondiale nella produzione di inchiostri e vernici per la stampa, hanno illustrato le problematiche del colore nel processo di stampa con particolare attenzione alle tematiche riferite all'uso delle materie prime e alla riduzione di emissioni di CO2, ai colori degli incarti per alimenti e del packaging primario. Per ampliare la gamma di colori riproducibili, Huber Group e Tipografi hanno messo a punto il sistema AHD (Antezza High Definition), che permette una maggiore brillantezza e definizione dei dettagli e rappresenta il superamento dello standard CMYK, consentendo la riproduzione dei colori "fuori gamma" dai file immagine alla riproduzione in stampa senza nessuna perdita dei valori tonali.

Per gli operatori della comunicazione gli appuntamenti Knowing&Printing rappresentano un'occasione unica per il settore, un'opportunità di aggiornamento e approfondimento sulle novità dei materiali, sul tema delle nuove tecnologie e su quello della sostenibilità ambientale. Un modo diverso di incontrarsi, confrontarsi e ritrovarsi in un clima di convivialità. Per l'occasione i presenti hanno potuto degustare la birra artigianale Br'hant, etichettata per l'occasione con l'icona della brigantessa Michelina De Cesare, "Michelina A Br'hant - Birra artigianale per tipografi e progettisti grafici".

20-location
Allestimento dello spazio per il workshop all'interno dello stabilimento Antezza

 

La grafica del made in Italy.
Calendario Antezza 2011

in collaborazione con Aiap

IL MADE IN ITALY
SENZA L'IMMAGINE È UN SOGNO DIMEZZATO.

CERTO UN MOBILE O UNA LAMPADA
BEN DISEGNATA, BELLA DA GUARDARE,
E ANCHE FUNZIONALE

SONO SEMPRE LINDI OGGETTI.

MA METTIAMO UN LAMPO ARCOBALENO,

RIEMPIAMO UN PAVIMENTO DI ARANCE,
ESPONIAMO UNA MANO VOTIVA
PIENA DI MEZZELUNE E MESTOLI E GRATTUGIE
E POI GIOCHIAMO A NASCONDINO
O TROVIAMO PLASTICHE ISCRIZIONI D'ARGILLA
E LUCIDIAMO TUTTO PERSINO LE LUCI.

ALLORA I LINDI OGGETTI
DIVENTANO LAICHE DIVINITÀ,
TROFEI DEL QUOTIDIANO
CHE STANNO SUPERBI NEI MUSEI.

Mario Piazza


Nell'ambito dell'iniziativa è stato presentato il calendario Antezza 2011, realizzato da Mauro Bubbico con la collaborazione dell'Aiap e dedicato quest'anno al tema della grafica del Made in Italy, in particolare ad alcuni degli autori esposti nella mostra "La grafica del Made in Italy. Comunicazione e aziende del design 1950-1980", presentata alla Galleria Aiap di Milano nell'aprile 2010 in occasione del Salone del Mobile, poi riproposta in ottobre a Civitanova Marche nell'ambito della seconda edizione di Grapich Fest – Cartacanta, Festival Expo 2010.
La mostra, a cura di Mario Piazza, docente alla facoltà di Design del Politecnico di Milano, con la collaborazione di Lorenzo Grazzani, responsabile operativo del Centro di Documentazione sul Progetto Grafico di Aiap, ha indagato la grande ricchezza del design e delle industrie che in esso hanno creduto fin dagli anni Cinquanta, raccontando come innovazione imprenditoriale e peculiarità stilistica e originalità di grandi progettisti hanno costruito, comunicato e diffuso il Made in Italy in tutto il mondo. A fianco delle aziende e dei designer, grafici come Enrico Ciuti, Giulio Confalonieri, Elio Negri, Michele Provinciali, Pino Tovaglia, Dante Bighi, Franco Maria Ricci, Bob Noorda, Albe Steiner, Mimmo Castellano, Massimo Vignelli, Giancarlo Liprandi e molti altri sono stati capaci di rappresentare il volto di questo sistema, disegnando marchi, logotipi, cataloghi, inviti, annunci e pagine pubblicitarie. Opere straordinarie che hanno lasciato il segno nella storia della grafica e della comunicazione.

Il racconto, attraverso i dodici mesi dell'anno, dedica una pagina ad ogni autore con uno o più lavori o solamente porzioni di essi nella forma di citazione e di omaggio. Attraverso piccole modifiche e rifacimenti, si opera un cambio di senso allo scopo di ri-presentare il progetto in una nuova funzione senza confondere lo stile e il valore dell'autore. In alcuni casi la pagina originale viene ricostruita integralmente omettendo le parti verbali e allo scopo di riprodurre lo stesso impatto emozionale a distanza di moltissimo tempo dalla prima pubblicazione. Una pagina su tutte (febbraio) contiene disegni originali inediti che Mimmo Castellano ha voluto regalare per questo progetto. "La smisurata fantasia di Mimmo Castellano" recita il titolo. Un titolo un po' retorico secondo l'autore, che ha suggerito (in ritardo, a stampa avvenuta) qualcosa tipo "Ultime notizie di MC", per denunciare, forse, la sua condizione di grafico dimenticato oppure, al contrario, testimoniare la dimensione siderale in cui opera attualmente. Le 20 figure (di una serie di 350), eleganti teste meccaniche, sono un misto tra forme di un immaginario arcaico e personaggi di una nuova saga di George Lucas. Già esposte a Civitanova Marche sortiscono uno straordinario effetto sulle persone più comuni e sembrano in realtà l'evoluzione moderna della maschera di Farinella del carnevale di Putignano, di cui un giovanissimo Mimmo Castellano fu l'autore. L'intera stirpe dei discendenti di Farinella è pronta per invadere le strade della città pugliese e sfidare i giganti di carta, siete avvisati!

20-pagine-castellano
Febbraio. Mimmo Castellano (Gioia dl Colle, Bari, 1932), Smisurata fantasia è il titolo dato dall'autore del calendario per questa pagina composta da venti disegni inediti di Mimmo Castellano.




































Due pagine del calendario dedicate a Michele Provinciali.

Luglio. Patch-work dalla pagina pubblicitaria per i pettini Verbania, 1957-1959, con il Gatto soriano per la spazzola Verbania, 1957, la scarpa del foglio di apertura di "Imago" N° 1, 1960, il Nucleo urbano "Loop", Chicago 1951-1952 e i Simboli, i marchi di Michele Provinciali. Dicembre. Poster per Cast, Società di consulenza manageriale, 1992

 

20-pagine-provinciali


Stampa | Invia per e-mail | Condividi su Facebook

Commenti  

Cialis 20 Mg Lowest Price: http://mewkid.net/when-is-rahava/ Cialis Generic rpt.agvu.urlodelsole.it.ere.tr http://mewkid.net/when-is-rahava/
Citazione ilagebuku il 03 Luglio 2020 alle 22:07
Mi piacerebbe acquistare un copia del calendario. E' ancora possibile?
Grazie
Citazione Raffaele il 02 Dicembre 2010 alle 10:12
Emanuela, anche per te vale lo stesso consiglio dato a Rosita. Contatta Antezza Tipografi via email, specificando che hai appreso dell'esistenza da questo sito. Se non ricevi risposta entro tre giorni o la risposta è negativa, contatta noi direttamente tramite l'indirizzo che trovi nel sito. Tienici aggiornati.
Citazione Giancarlo Riviezzi il 07 Novembre 2010 alle 21:11
come è possibile avere o acquistare una copia del calendario 2011? è delizioso...
grazie!
Citazione emanuela sisa il 07 Novembre 2010 alle 20:11
Ciao Rosita,
il calendario non è in vendita, ma siamo certi che se contatti Antezza Tipografi via email saranno ben lieti di riservarti una copia.
Citazione Giancarlo Riviezzi il 31 Ottobre 2010 alle 18:10
dove è possibile acquistare il calendario Antezza 2011? grazie mille
Citazione Rosita il 31 Ottobre 2010 alle 11:10

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna