Ultimi commenti
Leland in BMN Live Festival
Jodie in BMN Live Festival
Marti in BMN Live Festival
HectorOxyslep in BMN Live Festival
Hans in BMN Live Festival
Dario in BMN Live Festival
Ultime gallerie
  Licenza Creative Commons

Tonino Nobile, 16 agosto 2014, ore 12:00

184-san-rocco-processione
Tolve, processione di san Rocco. (foto d'epoca)

San Rocco era un pellegrino, ossia uno "straniero".
Un pellegrino, cioé uno straniero, è il patrono del mio paese, quindi: straordinario, anzi miracoloso.
Peregrinando peregrinando, attraversando campi e percorrendo tratturi, Rocco diventò Santo in terra straniera – nemo sanctu in patria? – in un epoca abbastanza buia, quando il diritto internazionale delle genti era affidato alla buona fede.

Proviamo ad immaginarci, infatti, nelle vesti di Rocco: con borraccia, bisaccia, conchiglia, cappello e bordone in giro per il mondo. Mi tremano le gambe! Già mi vedo in un Cie (Centro di identificazione ed espulsione), in un Cda (Centro di accoglienza) o in un Cara (Centro accoglienza richiedenti asilo). Per mia fortuna in Europa ora c'è Schengen e posso circolare liberamente quasi come le merci, ma se vado fuori dall'Europa?
I san Rocco che attraversano le nostre strade sono tanti, clandestini.
Gli atteggiamenti nei loro confronti non sono cambiati: "Se qualcuno vi fa del bene, la lingua lo loda come fosse Dio stesso; se un altro vi danneggia, essa lo paragona a un animale".
A Rocco da Montpellier successe più o meno la stessa cosa, Santo e delinquente, carcere e onore degli altari a seconda, come raccontato nella seguente orazione:

Solista: Ascultati, o cristiani,
chi vi vegnu a raccuntàri:
Coro: ca Santu Roccu fu statu carceratu
fici cinc'anni a li carciari scuri,
d'amici e di parenti abbandunatu
di la Tuscana fu perseguitatu!
Solista: Di la Tuscana fu perseguitatu
da quelli infami tiranni e traditori
Coro: Dicendu ca la pesti 'nda portatu
pè distruggiri la nostra cittati!
Solista: E Santu Roccu ca nci rispundiu
Jeu su mandatu di l'altu di Dèu!
Coro: E pè sanari a tutti li malati
tutta la pesti mi la cogghiu jeu!
Solista: E lu tirannu ca nci rispundiu
Si tu si 'mpamu jeu su cchiù di tia
Coro: Ca s'eri veru mandatu di Dèu
sanavi la piaga chi a la gamba porti!
Solista: E lu pigghiaru e lu ligaru forti
e lu levaru a lu criminàli
Coro: E pè castigu di la so sorti
no 'nci dezzaru pani a mangiari!
Solista: E Santu Roccu ca ndàvia nu cani
nci l'avia datu lu Dèu Onnipotenti
Coro: Quando u so zziu andava a mangiari
nci pigghia lu pani di supa a la mensa!
O chi miraculu daveru divinu
lu cani cibbava lu so pellegrinu!
Solista: Quandu so zziu lu vinni appurari
a la caserma ca nci vozzi andari
Coro: A la caserma ca nci vozzi andari
e cu lu pellegrinu ca vozzi parlari.
Solista: Pellegrinedu tu di vundi si?
di vundi si e comu ti chiami?
Coro: Jeu sugnu nativu di la Francia
e residenti di lu Mompellieri
tuttu lu mundu lu vogghiu girari
su figghiu di Principi e sugnu Cavaleri,
se 'no criditi a la me vuci
guardatimi 'mpettu ca portu la Cruci!
Solista: Quandu u so zziu la Cruci abbistau
di veru cori ca si ripentiu
Coro: Cercau perdunu li lu so peccatu,
e Santu Roccu ca lu perdunau,
e Santu Roccu ca lu perdunau
e 'mparadisu ca si lu levau!
Solista: Chi bella festa, chi bell'apparatu
chi si faci a la nostra cittàti,
Coro: sti soni e canti facimu tutti l'uri
ebbiva Santu Roccu lu nostru Protetturi!
Nui lu cantamu peddavèru
Santu Roccu ndi scanza di pesti e di coleru.
Nui lu cantamu una pe tri voti
Santu Roccu ndi scanza di li terremoti!
Nui lu cantamu e sempi ripetimu
ebbiva Santu Roccu lu nostru Pellegrinu!1

A ben pensarci siamo tutti Rocco, come ci ricorda Albert Camus che nel suo Lo straniero si era assunto il compito di verificare "se una volta messi da parte i Comandamenti e i precetti religiosi, l'attuale generazione riesce a creare una umanità migliore", e rispondeva pessimisticamente: "l'uomo che, gettato nel mondo, è straniero a se stesso, agli altri, al mondo che lo guarda con tenera indifferenza".
Buon onomastico a tutti.

Note
1. http://sanroccoacquaro.altervista.org/index.php?option=com_content&view=article&id=54&Itemid=63

Stampa | Invia per e-mail | Condividi su Facebook

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna